5 thoughts on “Una nuvola come tappeto

  1. Pag. 75 “I tempi che (…) incitano a essere originali non generano uomini nuovi, ma concorrenti, individui che per distinguersi agiscono tutti nello stesso modo.”

  2. Ho deciso di recensire insieme queste due opere di Erri De Luca perché, alla fine della lettura, mi hanno lasciato la stessa sensazione: quella di un abbraccio superficiale, che non scalda l’anima.
    Gli affezionati di questo blog ormai sono al corrente della mia ammirazione, devozione, passione per il talento di Erri De Luca, ma non potrei amare incondizionatamente alcune sue pagine, tra le più belle della letteratura italiana, se non rivalutassi il valore di altre.
    E disse ed Una nuvola come tappe

  3. Il classico De Luca. Coniuga una conoscenza profonda del Talmud con uno stile secco ma non povero. Mi stupisce e mi afascina la sua capacità di condensare in poche parole significati cosà sfumati. Trasmette la propria passione attraverso le sue righe.

  4. Scelse di essere nominato in mille lingue perch non si asaurisse la ricerca… Non sono solo parole, o meglio proprio perch sono parole ci comunicano quello che siamo, che eravamo. Non occorre essere credenti per cercare nella Bibbia non le risposte, ma le domande, e quresto un piccolo aiuto. E no, non “un esercizio vano”!

  5. Il libro e’ una riflessione su alcuni episodi dell’Antico Testamento, tradotti dall’autore stesso ; l’ho trovato un libro originalissimo , scritto da uno scrittore che si dichiara non credente, ma che riesce a trasmettere l’intensità che anima le pagine della Bibbia. Invita sicuramente alla rilettura del testo biblico.

Leave a Reply