2 thoughts on “È qui che dobbiamo stare

  1. Il rischio con gli slice of life è di annoiare, ma non è il caso di questi racconti, vuoi per lo stile dell’autore (asciutto, preciso, senza una parola di troppo), vuoi per la brevità.
    A voler cercare un filo conduttore, si tratta sempre di coppie: una coppia giovane (Una brillante destinazione) e una coppia sposata (Dove c’erano le mucche), una coppia nella comunità (Mia moglie ha una merceria) e una coppia tra le mura domestiche (Ripresa), e poi una coppia che non è una coppia in senso tradizio

Leave a Reply